Ogni Mattina fai colazione con noi! Il meglio dell'heavy rotation, le hit e le nostre rubriche, nella mattina di Radio Fusion ... a condurre Francesco.
In questa nuova edizione la rubrica culinaria con lo Chef Jonathan Bambagioni da Civico 19 
Ogni Mattina dal Lunedì al Venerdì in diretta dalle 06.00 alle 07.00 e dalle 10:00 alle 11.00
 
Per le vostre richieste contatto Whatsapp 3711926273 potete anche inviare i vostri audio che sentirete in onda sul GoodMorning!
 
Per le vostre Richieste pagina facebook 

 
Sono Tornati gli appuntamenti Cult di Radio Fusion dedicati alla Musica dance anni 90 e di Inizio Millennio, Fusion Millenium e Fusion 90 ... a condurre Francesco.
 
Il Fusion Millenium va in onda in Diretta ogni Mercoledì alle 21.00 mentre il Fusion 90 potete ascoltarlo ogni Venerdì sempre in prima serata.
 
Per le vostre richieste contatto Whatsapp 3711926273 potete anche inviare i vostri audio che sentirete in Radio!
 
Per le vostre Richieste pagina facebook 

Quando si mette su una band, un argomento fondamentale da prendere in considerazione è l’attrezzatura. Ci sono degli strumenti che risultano assolutamente necessari sin dal primo giorno di prove, esistono poi decine di prodotti “opzionali” che possono servire o no in base alle performance e al numero di esibizioni medie di una band.

Ovviamente ogni artista dovrebbe possedere (o perlomeno affittare) gli strumenti fondamentali che utilizzarà: ogni strumento ha le sue caratteristiche peculiari ed il suo suono unico, ed un buon musicista deve sapere quale effetto sta cercando, la vibe che vuole trasmettere e lo stile che vuole seguire, ragion per cui dovrà selezionare lo strumento più appropriato per raggiungere il suo obiettivo.

Sebbene tutti noi musicisti siamo tentati dal comprare tutti gli strumenti e le attrezzature esposti nei negozi di strumenti musicali, sappiate che, almeno per l’inizio della vostra avventura musicale, bastano pochi strumenti che possano garantire una configurazione di base. Il costo di tali strumenti può a volte risultare proibitivo in un classico negozio di strumenti musicali, per questo motivo è opportuno, per chi è alle prime armi, cercare strade secondarie e metodi alternativi per fare i propri acquisti. Negozi di elettrodomestici propongono spesso delle offerte molto allettanti per strumentazione musicale, vedi ad esempio l’ultimo volantino euronics.

Un Dj può iniziare con il proprio computer, garantendosi però l’acquisto di un mixer e di un pccolo sistema audio. Un chitarrista può iniziare con una semplice chitarra classica. Un batterista potrebbe semplicemente iniziare con un set di base formato da cassa, rullante, charleston e due piatti.

 

MICROFONI E SUPPORTI PER MICROFONI

Dai piccoli cantautori alle grandi orchestre, ogni cantante ha certamente bisogno di un microfono e, per il massimo della comodità, di un’asta di supporto per potersi esibire live. La tecnologia ci ha fornito nel corso degli anni di centinaia di modelli, espansioni e gadget per modificare la voce; ironicamente, gli strumenti tuttora a disposizione dei cantanti sono così tanti che l’installazione di tali componenti è diventata molto più complessa.

AMPLIFICATORI DI POTENZA

Come suggerisce il nome, quest’ultimi sono ciò che amplifica il suono prima di raggiungere gli altoparlanti. Ne esistono tantissimi modelli: stand-alone, integrati nel mixer o addirittura negli altoparlanti stessi. Le configurazioni più moderne, incluse quelle mobili, sono dotate di altoparlanti attivi (amplificatori integrati) in quanto nettamente più pratici, mentre band e musicisti con performance più alte preferiscono ancora ii modelli stand-alone.

ALTOPARLANTI PRINCIPALI

Ogni band ha bisogno di almeno una coppia di altoparlanti, uno per ogni uscita stereo (destra e sinistra). Molti altoparlanti sono dotati di due casse separate, una più grande per i suoni bassi e medi, e una più piccola (tweeter) per i suoni più acuti. Gli altoparlanti sono generalmente disponibilii in due varianti: attivi e passivi; nel primo caso l’altoparlante combina amplificatore e cassa in un unico cabinet, eliminando la necessità di acquistare amplificatori esterni.

MIXER

Il mixer (praticamente una scheda audio) viene utilizzato per alimentare tutti i microfoni e le linee strumentali in un unico punto di convergenza, in modo da poter livellare e bilanciare tutti i suoni da un unico dispositivo. La configurazione base di cui ogni band ha bisogno è di 4 canali d’entrata.

 

Quante volte avrai visto, durante un concerto, chitarre che smettono di suonare, bassi con il volume alle stelle e microfoni che fischiano? Il miglior modo per evitare spiacevoli incidenti durente le vostre esibizioni dal vivo è quello di anticipare tali problemi. Prova, testa e sfrutta la tua strumentazione in modo da capire alla perfezione come essa funziona e quali sono i suoi limiti. Il più delle volte, se conosci la tua attrezzatura, sarai in grado di risolvere qualunque problema nel giro di pochi minuti.

Dal 10 al 12 maggio 2018 Cagliari sarà protagonista del FRU18 il Festival delle Radio Universitarie Italiane arrivato alla XII Edizione, un evento nazionale dedicato al mondo della radiofonia universitaria che nasce per promuovere la comunicazione e la radio tra i giovani. L'evento è promosso da Unica Radio, la radio universitaria di Cagliari. e da RadUni l'associazione operatori radiofonici universitari.
Il FRU18 vuole essere una occasione per tutti gli studenti universitari che fanno radio nei propri atenei, e per tutti gli appassionati, di conoscere da vicino attraverso panel e workshop in programma, gli speaker, gli editori e il lavoro che viene svolto quotidianamente all'interno delle emittenti. Il festival in programma a Cagliari vuole essere una occasione per approfondire ulteriormente la comunicazione radiofonica e conoscere gli editori del panorama radiofonico italiano.

Il Festival di Cagliari sarà diffuso nel territorio cittadino e ospiterà circa 250 studenti universitari provenienti da 33 radio universitarie italiane oltre ad un serie di eventi serali.

Per Maggiori informazioni: www.fru18.it 

 

Per anni si è parlato di combine e calcio scommesse, corruzione anche nel mondo del pallone? Le prime volte che la notizia è stato fatto di cronaca migliaia di italiani si sono sentiti feriti nel profondo.

Un dato di fatto che ha spinto le società sportive a porre argine al problema.

Il match fixing  è un nemico da sconfiggere.  La Snai ci prova con il progetto  “Giù le mani dal pallone”, un progetto operativo nato dalla  partnership tra Snaitech (Major Partner del Milan) ed il Milan FC.

Parole chiave del progetto sono: sensibilizzazione ed informazione.

I corsi si tengono a Milanello: a  partecipare sono un po' tutti dagli atleti di prima squadra ai giovanissimi.

Lo staff di formazione è importante: innanzitutto lo sportfessor SNAI Adam Grapes, Bonaventura, Montolivo, Conti e Storari.

La formazione è fondamentale anche nel settore sport: prevenire un problema, darne strategie di risoluzione, dare consapevolezza sulla problematica diventa fondamentale.

Tra gli step del progetto non mancano quelli legati alla tecnologia.

Da poco è stato lanciato un video edutainment con una storia chiara e semplice da capire: la mission del prodotto video è quella di raccontare in modo semplice, rapido ed efficacie il tema portante del corso di formazione.

Combattere il match fixing è la mission di ogni step del progetto.

Importante oltre che la presenza di Snai Casino è quella di Genius Sport, società che fornisce soluzioni internazionali operative a protezione dello sport e degli operatori del settore.

La legalità è fondamentale anche in un campo di calcio e lo è ancora di più quando si tratta di squadre come il Milan.

L'amore per lo sport sano e consapevole deve vincere con tutta la forza possibile: è fondamentale per tutti che la mission sia questa.

Ne sono convinti gli organizzatori di Giù le mani dal pallone: chi ama il calcio e lo sport sa bene che deve restare pulito. Negli ultimi anni i campi di calcio sono stati letteralmente aggrediti dall'illegalità ora è giusta l'ora di cambiare.

Il caso del Milan è importante infatti è questa la prima squadra di serie A che ha stabilito di coinvolgere i giocatori in un progetto di così grande importanza educativa. In Italia poi sappiamo bene quando il tema sia delicato e particolare, iniziare ad approcciarsi alla realtà che attraverso un video di una squadra di Serie A cambia tutto. Rende consapevoli tutti che cambiare si può e che il calcio deve rimanere pulito.

Il Milan è in prima fila contro il match fixing e le frodi: non è solo ma è accanto a colossi come Snai e Genius Sport. Scelte di campo importanti.

C’è una costante che non frena le speranze dei sardi, quella di vincere al casinò, sbancare il jackpot per portare a casa una vittoria in grado di cambiare la vita. Una tendenza in linea con la media nazionale porta sempre più isolani a tentare la fortuna in slot e casinò, soprattutto on line.

Infatti oltre alle slot fisiche presenti nei vari locali adibiti al gioco e nei bar/pub in tutta l’Isola, in tanti cercano la fortuna sul web, affidandosi ai vari portali internet dedicati a casino e scommesse on line.

La voglia di vincere casino on line è alta in Sardegna nel sud Italia dove magari tasso di disoccupazione più alto ed il lavoro precario invogliano a cercare alternative per avere una fonte di guadagno.

Il casinò on line attira in maggior parte soprattutto la fascia di uomini tra i 22 e i 45 anni, anche se negli ultimi anni, grazie alla diffusione della tecnologia e degli smartphone a portata di tutti, una buona fetta di giocatori è over 45, e anche l’universo femminile comincia ad apprezzare il gioco sul web.

Secondo un recente sondaggio la maggior parte dei giocatori, circa il 60% sostiene di giocare esclusivamente per arricchirsi ed avere un guadagno immediato, mentre solo il 20% dichiara di giocare per passare il tempo e magari sperare in qualche vincita.

Nonostante la voglia di vincere sia molto alta, la maggior parte dei giocatori, cerca di avere un approccio al gioco, scommettendo cifre basse, a volte anche limitata a pochi euro, con la speranza di vincere qualcosa per poter poi avanzare puntate più alte e ambire a vittorie più elevate.

Vincere al casinò però, non è sempre così semplice come si spera, nonostante le numerose proposte, ed il numero di giocatori in costante aumento, occorre avere un minimo di conoscenza dei meccanismi di vincita e puntata, oltre ad avere una buona dose di fortuna, essenziale per riuscire ad ottenere una vittoria.

Prima di partire con l’utilizzo di casinò e slot online, il nostro consiglio è quello di fare una breve ricerca sul web, per capire che tipo di gioco o scommessa può essere alla nostra portata, e magari testare delle versioni gratuite con soldi finti per avere un idea del funzionamento e delle possibili vittorie in caso di puntate reali.

Avere un idea del funzionamento infatti, ci aiuterà nelle puntate, evitando di buttare letteralmente soldi in giocate intuitili che statisticamente non portano ad alcuna vittoria, ma solo a perdere tempo e denaro.

Quindi va bene la voglia di vincere al casinò, ma è sempre buona norma giocare con prudenza, con responsabilità e coscienti del fatto e una giocata o scommessa on line non sarà mai un lavoro o entrata sicura ma un modo come un altro per cercare di arrotondare e magari vincere un po’. Con questo non vogliamo certamente farvi perdere le speranze, perché senza speranze e sogni non si va avanti. Quindi se volete intraprendere un’attività di gioco on line, siete libero di farlo, ma con prudenza ed attenzione. Buona Fortuna.

Load More

Ultime Trasmesse

Offerte di Lavoro in Sardegna

Offerte di Lavoro in Sardegna




Facebook


Casino.com Italy


Luck.info

Ascoltaci con le nostre APP

Hai uno smartphone con Sistema Android o Apple e vuoi ascoltaci? Scarica Subito le nostre app da Google Play. E' Gratis!