Artista: Statuto con Ruggeri e Ron

Titolo: Abbiamo vinto il festival di Sanremo

Etichetta: 2Toni/Sony

Per celebrare i 20 anni della canzone più ska-tenata e dissacrante che sia mai passata sul palco dell’ Ariston, gli Statuto pubblicano una nuova versione del loro celeberrimo successo ospitando due grandi artisti che il Festival di SanRemo lo hanno vinto veramente: Enrico Ruggeri & Ron!!!

Il Singolo è in rotazione radiofonica e disponibile si Itunes dal 10 febbraio 2012

Artista: Giorgia

Titolo: Dove Sei

Etichetta: Sony

Dove sei - Dietro le apparenze (Special Edition)

Da venerdì 10 febbraio è in rotazione radiofusion "Dove sei" il nuovo singolo di Giorgia. Dove sei è tratto dall’album Dietro le apparenze che uscito a settembre, ha debuttato al primo posto della classifica ed è ancora tra gli album più venduti.

Sull’onda del successo del disco e dopo i due sold out dei concerti di Roma e Milano, Giorgia a marzo sarà ancora in tour. Si parte il 3 marzo da Padova, poi il 5 Mantova, l'8 Bologna, il 10 Torino, l'11 Genova, il 13 Firenze, il 14 Udine, il 17 Ancona, il 20 Pavia, il 24 Acireale, il 27 Napoli, il 29 Livorno e il 30 Rimini.

In aprile il 20 Eboli, il 26 Varese e il 27 Saint Vincent per il Festival Babel. Per il 25 e 26 giugno sono già annunciati due concerti da non perdere a Roma, alla Cavea dell’Auditorium.

Giorgia ha ideato lo show del nuovo tour partendo dalla musica, con un’attenzione particolare verso i suoni del nuovo disco. Per il pubblico quasi due ore di concerto con una scaletta che non mancherà di sorprendere con le canzoni di Dietro le apparenze eseguite per la prima volta dal vivo e 'classici' come Di sole e d'azzurro, Gocce di memoria, Come saprei.

Un concerto pop con una base funky-black sostenuta da una band con un’energia pazzesca capeggiata dall'insostituibile Sonny Thompson (basso, voce e direzione musicale), Mike Scott (chitarre), Mylious Johnson (batteria), Claudio Storniolo (piano e tastiere), Gianluca Ballarin (tastiere), Diana Winter e Chiara Vergati (vocalist).

Artista: Lookback

Titolo: Sudo

Etichetta: E2 - Ego

Sudo (Radio Edit) - Sudo - Single

Macchè Macrobiotica, zuppa di Cavolo e Paleolitico... La Dieta più alla moda del momento è "Sudo"!

Dopo aver conquistato Beatport Top 10 e aver ricevuto il supporto dei migliori DJ come Chuckie, Olav Basoski e Tocadisco, Lookback – il progetto dei DJ italiani Mattias, G80's e Giga, debutta su Ego con un disco che brucerà tutte le vostre calorie e aggiungerà vitamine ai vostri set...

Per grassi in eccesso o carenza di proteine guardate attentamente il Video informativo!

{youtube}q7MpTH0QfG0|560|300|1{/youtube}

Artista: The Stylist Feat. Andrea Love

Titolo: The Lights

Etichetta: Time Records

Un brano potente, a metà tra pop, dance e house. Ecco cos'è "The Lights", il nuovo singolo di The Stylist Feat. Andrea Love. La produzione è anche italiana, ma il sound è tutto internazionale ed è perfetto per ballare quando le luci, prima si abbassano e poi si muovono a tempo di musica (ovviamente parliamo delle luci della canzone)... ovviamente parliamo di notte, di discoteca e di musica da ballare. In questo caso però, accanto ad una struttura ritmica solida, perfetta per il dancefloor, c'è una voce che è insieme dolce e potente, quella di Andrea Love, una che ha un'estensione di quasi 6 ottave (avete letto bene, 6 ottave!). Gli appassionati di house negli anni hanno imparato a conoscere la voce di un'interprete straripante in ogni senso, ma soprattutto per quel che riguarda il talento... 
 
"The Lights" non è un brano classic house, ovvero non ha quelle sonorità che è naturale associare ad Andrea, visto che il suo più grande successo è forse  "Shined On Me" dei Praise Cats e che ha collaborato con artisti del calibro di George Duke, Michael Manson, Chante Moore, Ledisi, Dianne Reeves, Nona Hendryx, Lalah Hathaway, Terri Lyne Carrington ed E-Smoove... E per questo il risultato è ancora più sorprendente!  "The Lights" è un brano immediato e assolutamente contemporaneo, perfetto per far tardi ballando!

Artista: Ian Carey & Rosette feat. Timbaland & Brasco

Titolo: Amnesia

Etichetta: Time Records

Amnesia (Remixes) [feat. Timbaland & Brasco] - Ian Carey & Rosette

Torna Ian Carey, uno dei dj americani più famosi, con il suo nuovo singolo "Amnesia" cantato dalla canadese Rosette e che vede per l'occasione la partecipazione di Timbaland. Dopo il suo ultimo successo "Last Night" cantato da Snoop Dogg and Bobby Anthony, Mr. Ian Carey torna con "Amnesia"; una bomba a metà tra pop e house che lo consacrerà nel 2012 come uno dei top 10 dj al mondo!

Timbaland ha prodotto dischi per alcune delle più grandi star della black music degli ultimi anni (Missy Elliott, Destiny’s Child, Ludacris, Snoop Dogg e Jay-Z), ma dopo aver realizzato una hit come "Apologize" insieme agli One Republic è diventato anche un front man e questa volta ha scelto di lavorare insieme a un dj in forte ascesa.

Cresciuto nel Maryland (Usa), a due ore circa di Washington, Ian Carey è un figlio d'arte, visto che il padre ha fatto il fonico per band come Kool and The Gang e The Duke Ellington Orchestra. All'età di soli 7, 8 anni, Ian era in tour in tutti gli USA e suonava già bene la batteria. Il suo sound è piuttosto funky, ed è molto amato in Uk e Ibiza, dove risiede da tempo... Ha suonato in oltre 50 paesi e venduto oltre un milione di dischi.

Siti Ufficiali:
www.iancarey.com www.rosetteofficial.com www.timbalandmusic.com

Artista: Bunarma

Titolo: L'inno

Finalmente in radio L'INNO il nuovo singolo dei BUNARMA band vincitrice del Premio ETCM Edison Change The Music 2010. Questo singolo è il primo estratto del nuovo album di imminente uscita "Rrichiamu" di questa interessantissima realtà musicale calabra. Hanno scelto di chiamarsi Bunarma, “d’animo buono”. Sarà perché i quattro giovani componenti della band di Palmi hanno una particolare affinità con le parole del dialetto calabrese. Come giocolieri le strappano al passato e alla quotidianità, le fondono con i ritmi antichi del popolo e creano una musica che sa di etnico e di magia, di ricordo e di promessa. «Mio padre scrive testi in vernacolo sulle leggende del Sud. Nel ’99, dopo averli in musica, ho deciso di raccogliere i brani in un album», racconta Saverio  aripoli,cantautore ed arrangiatore, con alle spalle una lunga esperienza nel campo musicale. «Abbiamo chiamato l’album Ncantu, col duplice significato di “incanto” ed “un canto”». Per registrarlo, il ventottenne compositore coinvolge la sorella Asia ed i suoi amici musicisti, Sasà Filippone e Meki Marturano. Insieme, iniziano un lungo e fortunato percorso. Nella carriera della band figurano infatti, tra le altre, le tournèe con Marco Armani, Pino D’Angiò e Dilù Miller (ex corista di Mariah Carey). Al Teatro Olimpico di Roma partecipano al musical Storia dell’Inquisizione.

“Giovanna D’Arco” e, nel marzo 2004, ripropongono i brani del loro esordio in un originale recital. In seguito, i Bunarma collaborano con i Ragainerba alla creazione di un brano sulla grandiosa Varia di Palmi. «Per noi, innamorati delle nostre tradizioni e in special modo della Varia, è stata una forte emozione», afferma Meki. Il batterista e percussionista della band (suona la batteria fin dall’età di 11 anni ed è diplomato al conservatorio di Reggio Calabria), confessa: «Il 2005 in è stato un anno cruciale per noi». Nasce infatti Voliri volari, che fa da colonna sonora alla manifestazione palmese di quella stessa estate, e conquista un successo inaspettato; la radio locale ne fa il proprio cavallo di battaglia, i ragazzini la imparano a memoria, gli adulti la ascoltano con piacere. La riuscita del progetto dimostra che la collaborazione fra i due gruppi funziona, quindi Ragainerba e Bunarnma decidono di registrare un disco insieme. È l’album Aundi vai, che nel 2006 i ragazzi presentano in trionfo al Teatro greco di
Palmi. Quando le strade si separano, i Bunarma decidono di modificare un po’ il loro genere. È la svolta, come racconta il bassista e contrabbassista della band, Sasà Filippone. Proviene da una famiglia di musicisti, è diplomato al conservatorio di Vibo Valentia e ha partecipato a numerose tournèe. È lui a precisare: «Non volevamo tradire le nostre origini e rinunciare a cantare della nostra terra, che poi è stato anche il motivo per cui siamo diventati un gruppo. Però ci siamo accorti che, per raggiungere un pubblico più vasto, era necessario che la nostra musica si provincializzasse un po’. Abbiamo pensato perciò di sperimentare un mix tra musica etnica e pop-rock». Fisarmoniche, chitarre battenti e tamburelli hanno dominato la musica d’esordio.
Adesso i ragazzi si aprono a nuove sonorità, e nei loro componimenti trovano spazio anche le più stridenti chitarre elettriche. Ma quanto siano disposti a sacrificare delle loro aspirazioni artistiche, gli artisti lo mettono subito in chiaro. «Non rinunceremo all’etnico», concordano tutti. «Vogliamo dimostrare che la musica delle origini e della gente non è superata, ma si può reinventare di continuo stando al passo coi tempi».Grazie al loro grande amico musicista Massimo Idà,nonchè direttore artistico del progetto Bunarma,nasce l'amicizia con Vincenzo Incenzo. Arrivau ccà è il brano che inaugura il “nuovo corso” della band, è ancora una volta dedicato alla terra calabra. «Il testo lo abbiamo scritto insieme a Vincenzo Incenzo (paroliere di Zarrillo, Renato Zero, Pausini, Pfm,
Meneguzzi… ndr). Affronta la piaga sociale della ‘ndrangheta». Le parole, pronunciate da Asia, risuonano melodiose. La voce del gruppo, che con i suoi 24 anni è anche la più giovane componente dei Bunarma, racconta emozionata: «Fiorello ha ascoltato il brano e per tutto il mese di dicembre 2006 lo ha proposto a Viva radio 2».
Con lo showman siciliano e Baldini il gruppo partecipa anche al concerto annuale della Polizia di Stato, al Gran Teatro di Roma. Attualmente i Bunarma stanno ultimando il loro nuovo lavoro discografico che conterrà undici nuovi brani i cui testi sono tutti firmati da Incenzo.Registrato presso gli studi del MASTER RECORDING di Massimo Idà (ROMA) l'album tratterà diversi aspetti del sociale, la maggior parte dei brani saranno in italiano, ma non mancheranno le canzoni interamente in vernacolo o con inserti dialettali rappati.Nelle performances live i Bunarma sono affiancati da tre validissimi musicisti: Nino Palermo (Sintetizzatori e fisarmonica),Giancarlo Mazzù
(Bouzouki,Liraki,Oud,Berimbao),Paolo Nicotra (Chitarre elettriche). Nel nuovo disco hanno registrato inoltre Alessandro Mazziotti (Cornamuse,Ciaramelle e Pepita),Giancarlo Mazzù (Bouzouki,Liraki,Oud),Rosa Lembo e Frankie Lovecchio (Cori),Nat Serranò (Ingegnere del suono). www.bunarma.it

È finalmente on line sul canale ufficiale YouTube di Tiziano Ferro

il video del nuovo singolo in testa alle charts

“L’ULTIMA NOTTE AL MONDO”

Tratto dall’album multiplatino “L’amore è una cosa semplice”

in uscita a marzo negli Stati Uniti e in Sud America nella versione spagnola “El amor es una cosa simple"

È online sulla pagina ufficiale YouTube www.youtube.com/tizianoferrochannel il video de “L’ultima notte al mondo”, secondo singolo di Tiziano Ferro estratto da "L'amore è una cosa semplice", album pubblicato a fine novembre da Capitol-EMI per 7 settimane al n 1° della classifica e tuttora stabile ai vertici (già il disco multiplatino).

L’album, 5° lavoro dell’artista, è in procinto di sbarcare in America dove verrà pubblicato a marzo in lingua spagnola con il titolo “El amor es una cosa simple”.

Il video de “L’ultima notte al mondo”, che nei prossimi giorni sarà disponibile online anche su VEVO all’indirizzo www.youtube.com/TizianoFerroVEVO, è stato diretto da Gaetano Morbioli, ancora una volta dietro la macchina da presa per un video di Ferro, e vede Tiziano protagonista di un viaggio a ritroso nel tempo alla ricerca dei ricordi del passato in uno stato di totale solitudine e abbandono nel silenzio di un paesaggio innevato unico come l’Alto Tirolo Austriaco, più precisamente la località di Seefeld.

Un percorso di ricerca interiore che si compie in momenti diversi, dagli ampi spazi esterni vissuti in piena luce, con il riverbero abbagliante della neve, a quelli intimi e raccolti all’interno di una baita dove ripercorrere, attraverso suggestioni e oggetti, i vari momenti della sua vita.

“L’ultima notte al mondo” è stata la prima canzone che Tiziano Ferro ha scritto per l’album, nel gennaio del 2010, giorni in cui l’Inghilterra era nella morsa di un’eccezionale nevicata che aveva paralizzato tutto il Paese. Un’intuizione: Tiziano decide di lasciare definitivamente Manchester, dove risiedeva da cinque anni e trasferirsi in Italia. Quello che percorrerà non sarà solo un viaggio in senso geografico, ma soprattutto un viaggio emotivo.

Il video rievoca perfettamente lo stato d’animo che ha accompagnato Tiziano in quei momenti: da un lato l’immagine di un clima sospeso, immobile e quieto introdotto dalla neve, dall’altro la turbolenza di un’interiorità che si interroga, cerca risposte, si rassicura.

http://www.tizianoferro.com http://www.facebook.com/tizianoferro http://twitter.com/TizianoFerro

L'amore È Una Cosa Semplice - Tiziano Ferro

Load More

Ultime Trasmesse

Offerte di Lavoro in Sardegna

Offerte di Lavoro in Sardegna




Facebook


Casino.com Italy


Luck.info

Ascoltaci con le nostre APP

Hai uno smartphone con Sistema Android o Apple e vuoi ascoltaci? Scarica Subito le nostre app da Google Play. E' Gratis!