Stampa

Autunno in Barbagia 2014 - Dal 5 Settembre al 14 Dicembre - Ecco il programma completo

Scritto da RadioFusion. Posted in Eventi & Cultura

28 paesi, infinite storie da vivere: scegli uno dei tanti weekend del nostro autunno e scopri i colori, i sapori e le tradizioni della Sardegna, isola antica al centro del Mediterraneo.

Ritorna, con la 14esima edizione, la manifestazione Autunno in Barbagia. L'iniziativa, promossa dalla Camera di Commercio di Nuoro e dall'Aspen, la sua azienda speciale, vede la partecipazione di ben 28 paesi del nuorese, nei 15 fine settimana programmati. Si inizia sabato 6 settembre con i primi due paesi che apriranno le loro cortes: Bitti e Sarule, chiuderà Orune nel weekend del 12/13/14 Dicembre. 

Ecco il programma completo con i paesi e le date dell'edizione 2014

SARULE 5/6/7 Settembre

5 settembre
ore 17.00 - Apertura delle corti.
ore 20.30 - Serata Musicale a cura delle giovani band del paese c/o Piazza del Rosario.
6 settembre
ore 10.00 - Apertura delle corti.
ore 10.45 - Inaugurazione della manifestazione e saluti dell’Amministrazione Comunale e della Proloco c/o sala convegni della Casa Protetta.
ore 11.00 - Convegno “L’olio: risorsa, trasparenza e qualità”. In collaborazione con l’agenzia Laore c/o sala convegni della Casa Protetta.
ore 15.00 - 1° edizione Torneo Calcio Femminile con la Torres giovanile, Rappresentativa Sarule, Orani Calcio, Santu Predu Nuoro.
ore 18.00 - Presentazione del volume fotografico “In Sarule” a cura di Antonella Vilia in collaborazione con Biblioteca della Sardegna c/o Casa Ladu.
ore 20.00 - Serata musicale con la cover band De Andrè “Intimi Racconti”. Durante la serata suoneranno anche i ragazzi di Sarule che durante l’anno hanno frequentato il corso di chitarra c/o Piazza del Rosario.
7 settembre
ore 10.00 - Apertura delle corti.
ore 11.00 - Raduno moto e auto d’epoca a cura della cooperativa Auxilium et Concordia.
ore 16.00 - Balli, musiche e colori della Sardegna a spasso per le corti.
ore 20.00 - Spettacolo teatrale Skabarecth a cura della Compagnia “I Barbarici Ridicoli” c/o Piazza del Rosario.
Da vedere
Casa Ladu (punto informazioni).
Chiesa Madonna del Rosario (XIII sec).
Chiesa Santa Croce (XVI sec.)
Chiesa Parrocchiale San Michele Arcangelo.
Sito Archeologico “Altare di Logula”.
Chiesa Nostra Signora di Gonare (XII sec.)
Mostra fotografica “In Sarule” a cura di Antonella Vilia c/o Casa Ladu.
Laboratori
6 e 7 settembre preparazione del pane antico nel forno a legna c/o casa Ladu,preparazione del formaggio, de sa sappa, lavorazione del tappeto, del ferro battuto, del marmo presso le corti.
7 settembre dalle 16.00 alle 19.00 Laboratorio di chitarra rivolto a tutti i ragazzi dai 6 ai 13 anni. Il maestro Sebastiano Coi sarà a disposizione per i bambini che vogliono accostarsi allo strumento per la prima volta (servizio gratuito)
Durante le giornate del 6 e 7: Percorrendo i Murales - visita turistica del paese, delle corti e delle chiese a cura di Luca Cheri, archeologo e guida turistica (servizio gratuito). Ritrovo di partenza dalla Casa Museo.
Servizi
Farmacia aperta.
Bagni chimici.
Durante la manifestazione la zona circostante il campo sportivo sarà a disposizione per area parcheggio di pullman e camper.

Dove mangiare
Ristorante Sa Secada , tel. 0784 76472
Agriturismo Donnedda loc. Monte Gonare tel. 329.6315393
Polleria-Paninoteca Bastianina Pischedda
Polleria-Paninoteca di Francesco Mastio
Punto ristoro Pro Loco Sarule-Avis
Diverse corti organizzano punti ristoro con piatti tipici sarulesi
Dove dormire
B&B “La Taverna del Gufo” , 347.3699550
Agriturismo Donnedda loc.Monte Gonare, tel. 329.6315393
Ristorante Sa Secada, tel. 0784 76472
Per info: Associazione Turistica Proloco : 349.1618984 Comune : 324.8269234 e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Pagina Facebook: Proloco Sarule www.comunesarule.gov.it

BITTI 6/7 Settembre

6 settembre
Ore 9.00 - Apertura delle corti. Degustazione prodotti tipici - esposizione artigianato locale. (L’Associazione Ilos di Lula dalle ore 10.00 alle ore 12.00 presenterà all’interno delle Cortes “Ammentos”).
Ore 10.00 - “in giro per cantine“ con partenza da Sa Chintina de Tziu Tineddu Via F. Buffoni.
Ore 10.00 - Lab. Terrapintada, V. Brig. Sassari: Apertura mostra Chairamica, Rinascita di una sedia, a cura di Terrapintada.
Dalle 10.00 alle 20.00 - Casa Calvisi, via G. Mameli, “Sul film della memoria” proiezione di cortometraggi.
Dalle ore 10.00 - Animazione per bambini.
Ore 11.00 - Esibizione dei gruppi di canto a Tenore.
Ore 16.00 - Museo del Canto a Tenore: Laboratorio di Canto a Tenore, a cura del Tenore Mialinu Pira.
Ore 17.00 - P.zza Cadone: esibizione di balli, a cura del gruppo folk Su Meraculu.
IL MIRACOLO DELLA CORSA, 9° edizione, a cura del Circolo Amatori Podistico Nuoro:
Ore 18.00 - Corsa dei bambini (lungo il corso Vittorio Veneto).
Ore 18.30 - Corsa degli adulti (per le vie del centro storico).
Ore 18.00 - Hotel Su Lithu, Loc. Sa Pineta: conferenza “S’accabadora e i riti curativi e magici della tradizione popolare”, a cura di Dolores Turchi e Natalino Piras.
Ore 18.30 - Esibizione dei gruppi di canto a Tenore.
Ore 19.00 - Chintina de Tziu Tineddu, via F. Buffoni: assaggi, musica acustica e letture di testi.
Ore 20.00 - Esibizione di balli, a cura del gruppo folk Sa Bitha.
Ore 22.00 - Nelle vie del corso: concerti di gruppi musicali e band.
7 settembre
Ore 9.00 - Apertura delle corti: degustazione prodotti tipici, esposizione artigianato locale. (L’Associazione Ilos di Lula per tutta la giornata presenterà all’interno delle Cortes “Ammentos”).
Ore 10.00 - Animazione per bambini. Dalle 10.00 alle 20.00 - Casa Calvisi, via G. Mameli, “Sul film della memoria” proiezione di cortometraggi.
Ore 10.30 - Lab. Terrapintada, via Brigata Sassari: Trame di parole sonore, spettacolo teatrale di e con Rita Atzeni (testi e voce) e Romana Motzo (clarinetto).
Ore 11.00 - Esibizione dei Tenores locali.
Ore 17.00 - Proiezione del cortometraggio Bos Contamus a Bitzi, a cura dell’ULS della Provincia di Nuoro e dei Servizi Linguistici Territorali e della Biblioteca Comunale.
Ore 17.30 - Esibizione dei gruppi di canto a Tenore.
Ore 18.00 - Piazza Cadone: esibizione di balli, a cura del gruppo folk Su Meraculu.
Ore 19.00 - “S’Isposu”, a cura del Gruppo Folk Sa Bitha.
Ore 20.30 - Rappresentazione teatrale, a cura dell’Associazione Sinnos.
Dalle ore 22.00 - Nelle vie del corso: concerti di gruppi musicali e band.
Mostre ed Esposizioni Artistiche Museo Multimediale del Canto a Tenore, Via G. Mameli.
Museo della Civiltà contadina e pastorale, Via G. Mameli.
Complesso Nuragico Romanzesu, presso Loc. Romanzesu. Per info: Coop. Istelai Via G. Mameli tel. 0784 414314 - cell. 333 3211346.
Mostra“IL POPOLO DEL BRONZO, ABBIGLIAMENTO E ARMI DEL POPOLO NURAGICO” a cura della Coop Istelai, presso Hotel Su Lithu, Loc. Sa Pineta.
Mostra CHAIRAMICA. Rinascita di una sedia, presso il Laboratorio Terrapintada, V. Brigata Sassari.
BITTI A MEMORIA, Dieci fotografi per la solidarietà, a cura dell’Ass. Culturale Su Palatu Fotografia e di Vigne Surrau, lungo il centro storico (dal 9 Agosto al 4 Ottobre; alla fine dell’esposizione le foto saranno vendute all’asta il cui ricavato sarà devoluto al Comune di Bitti per i danni subiti dall’alluvione).
LA PROVINCIA ECLETTICA, ricognizione dello spazio, fotografie di Giovanni Carru, presso Cantiere del nuovo Museo, angolo Via Garibaldi - Corso Vittorio Veneto. ASPETTANDO IL SOLE, esposizione di dipinti e liri di Loredana Dessena, presso C.so Vittorio Veneto n. 91. Mostra Unire il sacro al profano, a cura di P.Pala presso Corte de Zia Manzela e Tatana Iscanu, Via G. Mameli, Mostra dei gioielli tipici sardi, a cura della Gioielleria Monni presso C.so Vittorio Veneto;
Mostra manufatti in ceramica realizzati dai ragazzi diversamente abili, C.so Vittorio Emanuele.
Mostra ed esposizione del vestiario e dei gioielli della tradizione bittese, a cura del Gruppo Folk Sa Bitha, presso Sa Domo de Taresedda Orunesu, Via Nino Bixio angolo Via Trento.
Laboratori e attività
Giornate, orari e location sono indicati nella cartina che verrà distribuita durante la manifestazione presso l’Info Point.
ALLA SCOPERTA DELLA BITTI SOTTERRANEA, percorsi enogastronomici e musicali nelle cantine storiche del formaggio. Vainas de meichinas, esposizione sui riti curativi e magici della tradizione popolare, vendita di erbe curative e infusi, presso Su Portzu de Su Lithu , Loc. Sa Pineta.
”…Dietro il grande schermo” 2^ Edizione Laboratorio sul cinema in pellicola a cura del Cinema Ariston e Museo MAN di Nuoro Via Deffenu.
“Lascia un’impronta su questa terra” Ceramica per bambini, presso Laboratorio Terrapintada, V. Brigata Sassari.
Laboratorio di canto a Tenore, a cura del Tenore Mialinu Pira presso Museo del Canto a Tenore, Via G. Mameli.
“Sa vaina de s’istègliu”, Rappresentazione della trasformazione e produzione del formaggio. Ferratura del cavallo: rappresentazione.
“…Tutto ciò che si produce dalla lana”, esposizione di abbigliamento tradizionale e mostra di utensili della civiltà contadina e pastorale, a cura di G. Ligios presso Sa Domo de Chircu ‘e Litzos (Su Ichinatu de Zorra), V. Mazzini.
“Analisi sensoriale dei mieli” Laboratorio di degustazione guidata dei prodotti dell’alveare a cura di Azienda Apistica Luja presso Su fraile dei F.lli Pittalis, corso Vittorio Veneto, Domenica ore 16.00. Trekking: Associazione Su Golostiu, C.so Vittorio Veneto, 92 - tel. 328 0036232
Informazioni
COMUNE DI BITTI: Ufficio Cultura - tel. 0784 418035 - fax 0784 414308 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. comune.bitti.nu.it
Dove mangiare e dove dormire
Calavrina, loc. Calavrina, tel. 0784 413056, cell. 328 9597872
Dogolai, loc. Dogolai, tel. 0784 414285, cell. 320 8336118
Ertila, loc. Ertila, tel. 0784 414558, cell. 348 5267956
Hotel Ristorante Su Lithu, loc. Sa Pineta, tel. 0784 413012
Ristorante Pizzeria Il Pomodoro, via Brescia, tel. 0784 414426
Sos Chercos Trattoria Tipica, loc. Marcheddine, cell. 347 3801492, 347 0387323
Sos Chercos 2 Trattoria Tipica, piazza Asproni, cell. 347 3801492, 347 0387323
Pizzeria Su Cantaru di Fabio Muleddu, via Cavallotti cell. 339 8651884
Pizzeria Nautilus di Caterina Contu, via A. Deffenu, cell. 324 821404
Ristopub New Age, via A. Deffenu, cell. 329 4121061
Bed and breakfast Notte al Museo, via G. Mameli, cell. 348 5267957
Bed & breakfast Sa Domo’e Diosa, cell. 329 4487455

OLIENA 12/13/14 Settembre

12 settembre

ore 16.00 - Apertura delle corti. Sas carrelas si rianimano e rivivono dei saperi e lavori del passato: massajas e massajos, pastores e mastros intenti nelle antiche arti.
ore 17.00 - Inaugurazione mostre.
ore 19.00 - Inaugurazione mostra 90 anni di colori, L’arte e l’estro di Liliana Cano, Ex Collegio dei Gesuiti.
ore 20.30 - Oliena vista dai grandi pittori: conversazione d’arte. Nel corso della serata verrà presentato il volume Liliana Cano - Itinerari d’arte e di vita di una viaggiatrice, a cura di Massimo Mannu. Piazza Berlinguer.
13 settembre
ore 10.00 - Apertura delle corti. Le massaie sfornano il pane, preparano la pasta e i dolci, con le antiche presse si pigia l’uva e nelle cantine si assaggia il vino. I pastori fanno il formaggio e gli artigiani lavorano la pelle e il legno. Le ricamatrici sono intente nella creazione degli scialli del costume.
ore 10.00 - Tessuti e colori: esposizioni, laboratori e rappresentazioni a cura delle ricamatrici nelle cortes e in sas carrelas.
ore 17.00 - Animazione lungo le vie del paese e nelle cortes con gruppi folk e canti a tenore.
ore 21.00 - Serata folk con balli e suoni della tradizione sarda Piazza Berlinguer.
14 settembre
ore 11.00 - biblioteca comunale G. Ciusa Romagna Reading con Flavio Soriga and Friends.
ore 11.30 - Quelli che... ricamano con le parole, reading e performance dialettica con Flavio Soriga e Giacomo Mameli - Biblioteca Comunale M. Ciusa Romagna.
ore 17.00 - Musiche, canti e balli della Sardegna a cura del gruppo folk Battos Moros, piazza Berlinguer.
ore 21.00 - Ballos antihos in pratha de cresia, serata musicale dedicata all’organetto a cura della Pro loco. Piazza Berlinguer.
Laboratori e attività
Laboratorio di tessitura di carta: per ragazzi 6/10 anni, biblioteca M. Ciusa Romagna, venerdì ore 11.00.
La parola prende forma: sculture di carta: laboratorio per adulti, biblioteca M. Ciusa Romagna.
Degustazioni guidate: venerdì ore 16.00, sabato e domenica.
Museo del Fazzoletto: piazza Berlinguer.
Casa Padre Solinas: esposizione.
Esposizione di Costumi: sala esposizioni Comune di Oliena.
Ricami e costumi di Barbagia e Bellezze e monumenti naturali di Sardegna: mostre fotografiche di Giampaolo Dui, Casa Vicariu Carrus, via Dante.
Informazioni: Servizio transfer per i disabili lungo l’itinerario, a cura dell’ASO Oliena.
Segreteria e info: Presidio turistico Su sole. Tel. 0784 286078 Fax 0784 286324 Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

OLLOLAI 19/20/21 Settembre
DORGALI 19/20/21 Settembre
OLLOLAI 19/20/21 Settembre
AUSTIS 26/27/28 Settembre
ORANI 26/27/28 Settembre

Venerdi 26
Ore 17:30 Inaugurazione Cortes Apertas presso Casa Cuccu Pirisi.
Ore 19:00 Degustazione prodotti tipici locali Piazza “Cumbentu” Visita alle Cortes.
Ore 18:00 Presentazione Libro Mastros de Linna Artigiani del legno, Falegnami e Carpentieri a Orani “Di Angelino Mereu”
Sabato 27
Ore 08:00 Apertura evento 2° Campionato Regionale de “Su Mastru e Muru”.
Ore 10:00 Apertura Cortes.
Ore 10:30 Apertura mostra collettiva “Artigiani e Artisti Oranesi” sede Gruppo Folk Piazza Cumbentu (Piazza Vittorio Emanuele).
Ore 11:30 Fondazione Nivola “Ritorno a Itaca” Mostra Fotografica per le vie del centro storico, a cura della Fondazione Nivola, Visite guidate a cura del personale Geoparco S.ca.r.l. Gruppo GeoDea.
Ore 12:30 Degustazione Piatti tipici Locali Oranesi presso i punti ristoro.
Ore 16:00 Visita alla Pinacoteca Mario Delitala presso Comune di Orani a cura del Personale Geoparco S.ca.r.l. Gruppo GeoDea.
Ore 17:30 Chiusura prima giornata evento 2° Campionato Regionale de “Su Mastru e Muru.”
Ore 19:00 Degustazione Piatti tipici Loacali Oranesi presso i punti ristoro.
Domenica 28
Ore 08:00 Apertura evento 2° Campionato Regionale de “Su Mastru e Muru”.
Ore 10:00 Apertura Cortes.
Ore 10:15 Tutti in Trenino per le vie del centro Storico.
Ore 10:30 Sa Cotta de su Pane Dimostrazione della Lavorazione e degustazione presso sa Domo de sas Damas.
Ore 11:30 Visita alla Pinacoteca Mario Delitala presso Comune di Orani a cura del Personale Geoparco S.ca.r.l. Gruppo GeoDea.
Ore 12:30 Degustazione Piatti tipici Loacali Oranesi presso i punti ristoro.
Ore 13:00 Chiusura evento 2° Campionato Regionale de “Su Mastru e Muru.”
Ore 15:30 Fondazione Nivola “Ritorno a Itaca” Mostra Fotografica per le vie del centro storico, a cura della Fondazione Nivola, Visite guidate a cura del personale Geoparco S.ca.r.l. Gruppo GeoDea.
Ore 17:00 Convegno Premiazione Premiazione delle migliori opere prodotte dalle varie squadre del 2° Campionato Regionale de “Su Mastru e Muru.”
Ore 19:00 Degustazione Piatti tipici Locali Oranesi presso i punti ristoro.
Ore 20:00 Serata Musicale.

TONARA 3/4/5 Ottobre
LULA 3/4/5 Ottobre
ONANI' 10/11/12 Ottobre
GAVOI 10/11/12 Ottobre
MEANA SARDO 11/12 Ottobre
ORGOSOLO 18/19 Ottobre
BELVì 18/19 Ottobre
SORGONO 24/25/26 Ottobre
ARITZO 25/26 Ottobre
DESULO 31 Ottobre - 1/2 Novembre
LOLLOVE 31 Ottobre - 1/2 Novembre
OVODDA 7/8/9 Novembre
MAMOIADA 7/8/9 Novembre
NUORO 14/15/16 Novembre
TIANA 14/15/16 Novembre
OLZAI 21/22/23 Novembre
ATZARA 21/22/23 Novembre
TETI 28/29/30 Novembre
GADONI 5/6/7 Dicembre
FONNI 6/7/8 Dicembre
ORUNE 12/13/14 Dicembre

per maggiori informazioni www.cuoredellasardegna.it

Stampa

Noi... tra i Giganti

Scritto da Veronica Cannas. Posted in Eventi & Cultura

E' motivo di grande orgoglio sardo la scoperta fortuita dei Giganti di Monti Prama avvenuta nel 1974 in un campo agricolo di “Sa Marigosa”, nell'omonima località “Mont'e Prama” a Cabras. Si tratta di sculture nuragiche a tutto tondo, ovvero tridimensionali senza alcun piano di fondo, realizzati e scolpiti in arenaria gessosa locale di circa 2 ,50 metri di altezza. Dopo il ritrovamento del 1974 seguirono quattro campagne di scavo archeologico tra il 1975 e il 1979; furono rinvenuti ben 5178 frammenti. Le statue sono state ricomposte dai restauratori del Centro di conservazione archeologica di Roma (CCA) nel 2005, portando alla luce ben 38 sculture tra cui cinque arcieri, quattro guerrieri, sedici pugilatori e tredici modelli di nuraghe. I restauri sono stati realizzati grazie ai fondi raccolti dalle Soprintendenze per i Beni Archeologici di Sassari, Nuoro, Oristano e Cagliari e con la collaborazione del centro di restauro e conservazione dei beni culturali di Li punti a Sassari. Ad oggi il suddetto ritrovamento  viene interpretato come area di monumentalizzazione di un sepolcro ove celebrare gli antenati-eroi, erigendo proprio per questo statue così colossali simbolo di potenza e grandezza proprie dell'elitè del popolo aristocratico nuragico. Ma dei dubbi sorgono: perché le statue presentano tratti e particolari celtici e tutt'altro che isolani? Avevano già una sufficiente conoscenza del mondo esterno? Le pettinature sono celtiche, gli elmi presentano delle corna e gli scudi sono molto elaborati, particolari già ritrovati nei bronzetti a Serri e Teti; si potrebbe pensare che gli Shardana in quell'epoca avessero già girato svariati luoghi e perciò avessero un'ampia visuale del mondo e delle sue “mode”?
Gli occhi sono perfettamente tondeggianti, realizzati sicuramente con strumenti specializzati, quasi a guardarci con sguardo ipnotico.
Attualmente la nostra Cagliari e Cabras ospitano la mostra “Mont'e Prama 1974/2014” riguardante i Giganti di Monte Prama, inaugurata lo scorso 22 Marzo al Museo Archeologico Nazionale di Cagliari, un evento fortemente legato e fondamentale per la Candidatura di Cagliari Capitale della Cultura Europea. Le maestose statue di Monte Prama vi aspettano tutti i giorni (escluso il lunedì) al Museo di Cagliari e Cabras dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19 con costo d'ingresso 5 euro.

Stampa

Cagliari capitale della nostra cultura

Scritto da Veronica Cannas. Posted in Eventi & Cultura

Una grande sfida per noi Cagliaritani quella di “Cagliari Capitale della Cultura”, una manifestazione di grande rilievo e importanza nel panorama culturale europeo.
Ma cos'è una Capitale della cultura? E quali sono i requisiti che una Capitale della Cultura deve acquisire?
La Capitale europea della Cultura è una città selezionata dall'Unione Europea che per un anno ha la possibilità di presentare e mostrare la propria cultura incrementando così la propria visibilità, turismo nel panorama europeo e così innovarsi; Questa manifestazione nasce nel 1985 e viene vista come mezzo e strumento per avvicinare le diversità e le differenti realtà europee.
La Capitale della Cultura per eccellenza verrà designata per le sue qualità e bellezze paesaggistiche e non solo, essa dovrà fornire un buon programma di lavoro e potenziamento della Capitale e dei suoi servizi e beni da realizzarsi nell'arco dell'anno di selezione di quest'ultima. Cagliari è infatti ad oggi impegnata in una serie di progetti innovativi sia a carattere culturale, innovativo e sociale non dimenticando il motto dell'Unione Europea “Uniti nella diversità”.
Per la nostra città è una grande occasione di rinnovamento culturale e incremento turistico che sfocerà senza dubbio in una rinascita anche dal lato economico.
Per il 2019 i Paesi selezionati sono l'Italia e la Bulgaria; Cagliari è stata selezionata dopo una scrematura di ben 21 città tra cui Genova, Lecce, Matera, Perugia-Assisi, Ravenna, Siena, Amalfi, Aosta, Bergamo, Pisa, Caserta, L'aquila, Mantova, Palermo, Ravenna, Siracusa, Taranto, Urbino e Venezia. Ad oggi le città Italiane rimaste sono Cagliari, Lecce, Matera, Perugia, Ravenna e Siena.
Ci stiamo preparando ad una città del futuro, una città integrata e sopratutto a misura di intercultura e cultura senza confini. Siamo pronti a tutto questo? Si. Perchè? Cagliari ha un forte bisogno di sperimentare e di cambiare, evolversi e diventare una forte attrazione per il turista più di quanto già non lo sia, avendo di per se un grande potenziale. Possiamo partire dal “reinventarci” pur lasciando le nostre preziose e tanto amate radici che ci legano a questa stupenda nostra terra, valorizzare perciò il nostro essere e la nostra cultura artistica, artisti emergenti e artisti che hanno scritto la nostra storia.

Radio Fusion TV

Advertisement