La legge italiana 482 del 1999 (articolo 4, paragrafo 5) riconosce a tutti i padri e le madri di Sardigna il diritto di scegliere che ai loro figli venga insegnata la lingua sarda. In attesa che il popolo sardo abbia la possibilità di inserire l’obbligo di insegnamento del sardo  a scuola e abbia il potere di organizzare la scuola a seconda dei suoi bisogni e dei suoi interessi reali, dobbiamo utilizzare questa legge per far imparare il sardo ai nostri figli. In più di dieci anni sono state poche le scuole che hanno rispettato questo diritto, perché nessuno ha fatto rispettare la legge e nè le scuole nè i media hanno informato le famiglie sull’esistenza di questa possibilità. Quest’anno, per la prima volta, l’Ufficio Scolastico Regionale ha rispettato la legge e ha mandato una lettera a tutte le scuole comunicandogli che devono inserire l’opzione dell’insegnamento del sardo nei moduli per iscrivere i ragazzi per l’anno 2013/2014. Quindi, da quest’anno, le famiglie possono effettivamente scegliere di far imparare il sardo ai figli per l’anno entrante (c’è tempo fino al 28 febbraio) Quello che temiamo adesso è che le famiglie non vengano dovutamente informate  su questa possibilità. Crediamo inoltre che sia necessaria una seria campagna sugli effetti benefici del bilinguismo sullo sviluppo cognitivo dei ragazzi e sulle maggiori capacità di apprendimento di altre lingue. Chiediamo a tutte le mamme e ai babbi sardi di pretendere l’insegnamento del sardo nella scuola per i propri figli. È gratuito ed è un diritto riconosciuto per legge. In tal modo dimostreremo allo stato italiano di essere un popolo che non lascia morire la sua lingua e daremo occasione a molti giovani professionisti sardi di lavorare. Cominciamo da noi con questo piccolo gesto a prendere coscienza e a costruire una scuola sarda costruita sui nostri bisogni.

Sa leze italiana 482 de su 1999 (artìculu 4, paràgrafu 5) riconnoschet a totus sos babbos e sas mamas sardas su diritu de isseperare si cheren chi lis imparen su sardu in iscola a sos fizos. Isetande chi su pòpulu sardu apat sa soberania pro pònnere a òbricu su sardu e sas àteras limbas de Sardigna in totus sas iscolas e apat su potere de organizare sas iscolas de Sardigna cussiderande petzi sos bisonzos e sos interessos suos, depimus impreare custa leze pro lis facher imparare su sardu in iscola a fizos nostros. In prus de deche annos sun istadas pacas sas iscolas chi an rispetau custu diritu de sas mamas e de sos babbos sardos, ca nemos at fatu rispetare sa leze e ca nen sas iscolas e nen sos mèdia an fatu ischire a sas famillias chi an custu diritu. Ocannu, pro sa prima borta, s'Ufìtziu Regionale de sas Iscolas at rispetau sa leze e at mandau una lìtera a totus sas iscolas de Sardigna nàndeli chi depen pònnere s'optzione pro isseperare s'imparu de su sardu in sos mòdulos pro iscrìvere sos pitzinnos pro s'annu 2013/2014. Tando, dae ocannu, sas famillias poden isseperare in su mòdulu de s'iscritzione de lis imparare su sardu a sos fizos pro s'annu ch'intrat (b'at tempus finas a su 28 de frevarju). Su chi nos timimos como est chi nen sas iscolas e nen sos mèdia lis facan ischire a sas famillias chi an custu diritu, e chi su bilinguismu dat vantàggios mannos pro imparare sas àteras imbas e totus sas matèrias e fintzas pro s'isvilùpu cognitivu de sos pitzinnos. A Manca pro s'Indipendèntzia pedit a totus sas mamas e a sos babbos sardos chi pretendan s'imparonzu de su sardu in iscola pro sos fizos! Est a gratis e est unu diritu riconnotu dae sa leze. Est de importu mannu ca de gai lis sezis dande a fizos bostros sa possibilidade de imparare su sardu in iscola, pro lu faveddare e fintzas pro lèghere e iscrìere: su chi s'istadu nos at proibiu a nois. E de gai lis semus nande a s'istadu italianu chi semus unu pòpulu chi no at a lassare chi morjat sa limba sua. Comintzamus nois, chin custu issèperu, a picare cussèntzia e a fravicare un'iscola sarda chi siat fata pro sos interessos e pro sos bisonzos de sa zente nostra. Mutimus a totus sos indipendentistas, sos natzionalistas e sos istudentes sardos pro liu fàchere ischire a sas famillias in totus sas biddas de Sardigna, in modu chi podan pretèndere sos diritos issoro.






Ultime Trasmesse

Offerte di Lavoro in Sardegna

Offerte di Lavoro in Sardegna




Facebook


Casino.com Italy


Luck.info

Ascoltaci con le nostre APP

Hai uno smartphone con Sistema Android o Apple e vuoi ascoltaci? Scarica Subito le nostre app da Google Play. E' Gratis!